Guardalavaca

La spiaggia Guardalavaca possiede una geografia capricciosa, in un certo modo protetta. In direzione del mare, a meno di 200 metri, c'è un'estesa barriera corallina. E verso l'entroterra, sempre molto vicino, colline e verde. Esistono diverse versioni sull'origine di questo nome così particolare ("Guarda-la-vaca" significa letteralmente in italiano "Metti via la mucca"). Una delle più diffuse assicura che agli inizi del XX secolo questo era un posto estremamente tranquillo utilizzato dai contadini per mettere il bestiame al sicuro in caso di maltempo. Guardalavaca non è una bolla isolata dal resto del mondo o un posto esclusivo per turisti. Anche molti cubani fanno il bagno in questa spiaggia, quindi potrai incontrarli mentre passeggi. Tuttavia, questo posto resta la terza destinazione più importante dell'isola.

Da non perdere

  • Oltre 30 punti di immersione permettono di osservano le barriere coralline dell'area, veri giardini subaquei. I sommozzatori più impavidi possono esplorare il fondale di notte. Ma i novellini non devono preoccuparsi perché il "Centro de Buceo Eagle Ray" offre anche corsi per iniziare a praticare immersione.
  • Alcuni amano nuotare, altri preferiscono l'aria. Chi sceglie le escursioni di paracadutismo potrà lanciarsi da tremila metri di altezza, e portare per sempre con sè la vista aerea della linea costiera. Più azione? Vai a Cayo Saetía, al fiume Samá ("Rio Samá") o alla Baia dell'Arancio ("Bahía del Naranjo").
  • Oltre a mare e sole, Guardalavaca possiede il dono della diversità. Molto vicino si trovano luoghi di interesse storico e culturale, per esempio il sito archeologico Chorro de Maíta, dove si conservano i resti di una sepoltura aborigena.
  • Gibara, conosciuta anche come la città bianca di Cuba, conserva il suo antico fascino coloniale. La sua popolarità aumenta ogni due anni quando vi si celebra il Festival di Cinema Povero ("Festival de Cine Pobre").
Come arrivare
Distante quasi 60 chilometri dalla città di Holguín, vi si accede dalla strada "Carretera Guardalavaca". A soli 15 chilometri da Playa Pesquero. L'aeroporto Frank País è il più vicino a questo polo turistico. Se prendi la Carretera Central, che poi diventa la Autopista Nacional (autostrada nazionale), arriverai all'Avana dopo aver percorso 796 chilometri. Se vuoi arrivare a Santiago de Cuba prendi per 178 chilometri la Carretera Mayarí, che incrocia la Autopista Nacional.

Guardalavaca, Qualche ispirazione


Why book with us
  • Your trip, your way
  • Booked and organised in Cuba
  • Our local roots, we live in Cuba
  • 24/7 support by our local hosts